Corso On Demand

Il ritiro sociale negli adolescenti | Clinica del ritiro sociale

20 crediti ECM per medicieducatoripsicologi
Il ritiro sociale negli adolescenti | Lancini, Zanella, Cozzi, Cirillo, Giorgio, Scodeggio

Serie di nove interventi da parte di massimi esperti sul tema del Ritiro Sociale in Italia.

Una generazione cresciuta “nella rete”: prendendo le mosse da uno dei fenomeni tipici del nostro tempo, ci si interroga sui criteri per distinguere un uso adattivo dei social e dei videogiochi da un sintomo di malessere o dipendenza. Cyberbullismo, sexting, gioco d’azzardo e, in modo particolare, ritiro sociale sono alcuni dei comportamenti analizzati in questa serie di lezioni, densa di riflessioni sui motivi della loro diffusione e sulle possibili modalità di intervento.

La rivoluzione digitale ha creato ambienti espressivi nei quali non solo gli adolescenti sperimentano nuove possibilità di realizzazione, ma trovano rifugio in occasione di profonde crisi evolutive, in una forma di autoricovero che esprime sia il dolore sia un tentativo di alleviarlo o superarlo

In particolare, alla luce dell’esperienza maturata negli ultimi quindici anni, si inquadra la psicodinamica del ritiro sociale, oggi la più significativa manifestazione del disagio giovanile, e presentano gli orientamenti clinici che guidano la presa in carico dell’adolescente in una prospettiva evolutiva.

Due lezioni sono dedicate alla trattazione dei casi clinici per far emergere dalla pratica clinica le modalità possibili di intervento.

Obiettivi di Apprendimento
Conoscere il fenomeno dell'adolescente ritirato
Indagare la realtà degli hikikomori
Riflettere insieme sul trattamento dell'adolescente ritirato
Apprendere da casi clinici
Metodologia didattica

Videolezioni

Slide

Casi clinici

Docenti
Matteo Lancini
Psicoterapeuta
Matteo Lancini è uno psicologo e psicoterapeuta di formazione psicoanalitica. Presidente della Fondazione “Minotauro” di Milano e docente presso il Dipartimento di Psicologia dell’Università Milano-Bicocca e presso la Scuola di formazione in Psicoterapia dell’adolescente e del giovane adulto del Minotauro.
Tommaso Zanella
Psicoterapeuta
Psicologo psicoterapeuta, svolge attività clinica e di ricerca con adolescenti, giovani adulti e adulti. Si occupa di interventi di prevenzione primaria e secondaria del disagio adolescenziale e ha gestito sportelli di ascolto all’interno di istituti scolastici. È socio della Cooperativa Sociale Minotauro e membro del Centro di consultazione e psicoterapia e dell’equipe dipendenze tecnologiche. È… continua
Emilio Cozzi
Sociologo
Dopo il debutto, fra i ranghi di «Cineforum», come critico cinematografico –  argomento cui nel 2005 ha dedicato il libro Ti racconto un film (Raffaello Cortina Editore) scritto con Roberto Escobar – dal 2007 al 2016 è stato vicedirettore di «Zero», il più importante free press magazine di intrattenimento culturale in Italia. Delle sue passioni scrive regolarmente per “Il Sole 24 Ore”, “Wired… continua
Loredana Cirillo
Psicoterapeuta
Loredana Cirillo, psicologa e psicoterapeuta, socia dell'istituto Minotauro, svolge attività clinica in particolare con adolescenti e genitori. Si occupa di formazione e prevenzione nei contesti istituzionali nell'area del disagio adolescenziale. È autrice di numerosi articoli e pubblicazioni, tra i quali ricordiamo: Adole-scienza (con Pietropolli Charmet, 2010) e La terza famiglia (con Buday e… continua
Carmen Giorgio
Psicoterapeuta
Psicologa psicoterapeuta, svolge attività clinica e di ricerca con adolescenti, giovani adulti e adulti. Si occupa di interventi di prevenzione primaria e secondaria del disagio adolescenziale. È socia della Cooperativa Sociale Minotauro e membro di equipe sulle dipendenze tecnologiche e sulle adozioni.
Tania Scodeggio
Psicoterapeuta
Psicologa e psicoterapeuta, vicepresidente della Fondazione Minotauro. Svolge attività di consultazione clinica con adolescenti, giovani adulti e genitori. In questi ultimi anni ha partecipato alla realizzazione di progetti di ricerca, prevenzione primaria e secondaria del disagio adolescenziale ed ha gestito spazi di ascolto e counseling individuale e di gruppo all’interno delle scuole, dove… continua
Programma
1
Modulo
Matteo Lancini | Siamo tutti Hikikomori: nuove distanze nella clinica dell’adolescenza ai tempi del coronavirus

Il coronavirus ci ha costretti a riorganizzare il lavoro di consultazione e psicoterapia con l’adolescente, richiedendo a tutti noi di rimodulare la relazione e a calibrare nuove distanze e nuove vicinanze.

Temi intervento

  • Adolescenti prima del coronavirus

  • Adolescenti dopo il coronavirus

  • Il ruolo dell’adulto autorevole, dei genitori, dei docenti, degli educatori e degli psicologi

Tommaso Zanella | Internet in adolescenza: nuove normalità e nuove dipendenze

Ora che anche gli adulti si trovano costantemente immersi nella rete per lavorare, mantenere in vita le loro relazioni, fare sport e portare avanti i propri hobby da casa, l’allarme generato dall’iperconnessione degli adolescenti appare, almeno temporaneamente, ridimensionato. Eppure per diverso tempo i ragazzi delle ultime generazioni sono stati considerati dipendenti da internet, isolati e persi tra videogiochi, social network e Youtube. Ma cosa significa essere dipendenti dalla rete per gli adolescenti? L’iperconnessione è una nuova normalità, un nuovo modo di affrontare le sfide della crescita, oppure un segnale di una dipendenza patologica, diffusa a livello pandemico tra le nuove generazioni?

Temi intervento

  • Adolescenti e internet

  • Internet addiction disorder: inquadramento nosografico

  • Dipendenze da internet in adolescenza: modelli e tipologie

  • Fattori di rischio e clinica della dipendenza da internet in adolescenza

  • Nuova normalità o patologia?

Emilio Cozzi | Videogiochi: cronache da un altro mondo

Dalla storia del videogioco al suo utilizzo contemporaneo in ambiti extraludici. Perché, come diceva Bruno Munari, giocare è una cosa seria.

Temi intervento

  • Il presente del videogioco in numeri ed esempi

  • Alle origini del gioco: nascita e riferimenti culturali

  • Il presente extraludico del videogioco

Relatore
Matteo
Lancini
Tommaso
Zanella
Emilio
Cozzi
Durata Modulo
3,5 ore
2
Modulo
Matteo Lancini | Cyberbullismo: prevaricazione e successo virtuale

Il cyberbullismo rappresenta una delle modalità più diffuse di sovraesporsi da parte dei soggetti nati e cresciuti nella società dell’individualismo e del successo a tutti i costi.

Temi intervento

  • Inquadramento del fenomeno del cyberbullismo

  • Prevaricatori, prevaricati e gruppo

  • La prevenzione primaria e secondaria del fenomeno cyberbullismo

Loredana Cirillo | Sessualità in adolescenza: più sexting e meno sesso ​

La diffusione di internet ha contribuito a modificare enormemente le modalità di relazione affettiva e sessuale tra gli adolescenti. 

La sessualità in rete e condotte come il sexting possono costituire un ambito di sperimentazione in cui gli adolescenti trovano risposte alle curiosità fase specifiche, ma possono anche diventare l’ambito in cui si manifestano nuove forme di disagio.

Nel corso del webinar verranno approfondite le problematiche psicologiche legate al corpo e alla relazione con l’altro che sono sempre più spesso alla base delle condotte disfunzionali legate alla sessualità in rete. Verranno inoltre illustrati i significati evolutivi e relazionali che può assumere il sesso virtuale in adolescenza.

Temi intervento

  • Inquadramento psico-sociale della sessualità in rete

  • Sessualità, coppia e amore nell'adolescente odierno

  • Sexting tra nuova normalità e nuove forme di disagio

Carmen Giorgio | Tentazioni estreme in internet: morire di popolarità ​

Selfie, sfide estreme, appartenenza a gruppi pro sintomo, costituiscono tutti una risposta ad alcune questioni che al di fuori della rete trovano poco spazio di ascolto. È quindi utile interrogarsi sul significato che assumono per alcuni adolescenti. Il tentativo di censurare ciò che circola in Internet, se da una parte ha un intento di tutela, dall’altra rischia di spostare questi fenomeni su altri dispositivi. Aprire uno spazio di riflessione su quali siano i bisogni connessi ad una radicalizzazione dell’uso della rete può essere utile per trovare nuove soluzioni.

Temi intervento

  • La funzione dei selfie oggi

  • Killfie e challenge tra gli adolescenti

  • Conoscere la rete e sfatare miti

  • Identità e appartenenza online

  • Appartenenza degli adolescenti a gruppi radicali ( es. Pro Ana, Pro Mia)

  • Pensare al ruolo degli adulti

Relatore
Matteo
Lancini
Loredana
Cirillo
Carmen
Giorgio
Durata Modulo
3,5 ore
3
Modulo
Matteo Lancini | Autoreclusione volontaria: proteggersi dalla vergogna - Connettersi alla solitudine: clinica del ritiro sociale

Autoreclusione volontaria: proteggersi dalla vergogna

Il ritiro sociale è una delle più significative manifestazioni del disagio adolescenziale odierno.

Il crollo dell’ideale infantile di fronte alle trasformazioni del corpo e allo sguardo di ritorno dei coetanei spinge alcuni adolescenti a ritirarsi da scuola e dalle scene sociali.

Temi intervento

  • Psicodinamica del ritiro sociale

  • Ritiro primario e ritiro secondario

  • L’utilizzo di internet nel ritiro sociale in una prospettiva evolutiva

 

Connettersi alla solitudine: clinica del ritiro sociale

A partire dall’esperienza maturata nel corso di oltre un decennio con questa forma di espressione della crisi evolutiva, si intende inquadrare la psicodinamica del ritiro sociale e prestare le strategie cliniche che guidano la presa in carico dell’adolescente ritirato.

Temi intervento

  • Clinica del ritiro sociale in adolescenza

  • Home visiting

  • Gli amici virtuali

  • Il corpo

  • I fattori precipitanti

  • I genitori e la scuola

  • Il futuro del ritirati sociali

Loredana Cirillo | Caso clinico

Per gli adolescenti più fragili narcisisticamente, come i ritirati sociali, la rete può rappresentare un tentativo di trovare sollievo e riparo rispetto ad angosce profonde e pervasive attivate dalla crescita. A quale bisogno e necessità corrisponde l’uso di internet? Quali sono e paure e le angosce sottostanti? Quali sono i compiti evolutivi in stallo che si tenta di riavviare?  Attraverso la presentazione di un caso clinico verrà presentata la metodologia della presa in carico in una prospettiva evolutiva di ragazzi ritirati sociali, immersi nella rete, con particolare attenzione alle ragioni simboliche, evolutive e relazionali connesse all’uso disfunzionale nella rete.

Temi intervento

  • Il ritiro sociale

  • L'uso di internet e dei videogiochi nel ritiro sociale

  • Risimbolizzazione clinica dell'uso dei videogiochi 

  • Modello di presa in carico dell'adolescente ritirato sociale

Tania Scodeggio | Caso clinico

La presa in carico dell’adolescente in una prospettiva evolutiva pone particolare attenzione alle rappresentazioni profonde dei ragazzi con lo scopo di capire quali sono i compiti evolutivi momentaneamente bloccati e al coinvolgimento del contesto con l'obiettivo di intercettare la mitologia affettiva familiare che governa le rappresentazioni e l’esercizio del ruolo paterno e materno. Attraverso la presentazione di un caso clinico, verranno messe in evidenza le specificità della metodologia della presa in carico di adolescenti che presentano un uso disfunzionale della rete, con particolare riferimento alla presa in carico dei genitori in una prospettiva di consultazione separata e di sostegno al ruolo materno e paterno. 

Temi intervento

  • Metodologia della presa in carico secondo una prospettiva evolutiva dell'adolescente

  • Metodologia della presa in carico secondo una prospettiva evolutiva della madre e del padre

Relatore
Matteo
Lancini
Loredana
Cirillo
Tania
Scodeggio
Durata Modulo
3,5 ore

Registrati al Corso On Demand per 196,00 €

20 crediti ECM per medicieducatoripsicologi
Materiale didattico:
slidesvideo