Webinar

Corpi Borderline | Regolazione affettiva e clinica dei disturbi di personalità

10 crediti ECM per medicieducatoripsicologi
Corpi Borderline | Clara Mucci

Corpi Borderline | Regolazione affettiva e clinica dei disturbi di personalità

SERIE DI 2 WEBINAR

VENERDì 25 SETTEMBRE | 9-13

SABATO 26 SETTEMBRE | 9-13

ATTENZIONE: Tutti i webinar sono Videoregistrati per cui li potrai vedere, se non puoi partecipare alle dirette, in differita quando vuoi per 12 mesi.

"Corpi Borderline" mostra un modello di intervento con pazienti affetti da disturbi di personalità gravi in cui vi è una identificazione con un persecutore interno che si rivolge al corpo e all’identità.

Ciò è effetto della violenza internalizzata dalle vittime di abusi prolungati, specie in famiglia (Complex PTSD), che genera un sé scisso in una parte vittima (con colpa, vergogna e autolesionismo) e una persecutrice (con rabbia e aggressività).

Anche l’alessitimia è un esito traumatico che può portare a gravi somatizzazioni, un altro modo inconscio di attaccare il proprio corpo. Concluderemo con accenni ai disturbi psicosomatici gravi e alla perversione sessuale, posti in un continuum che include altri disturbi di personalità come il narcisismo maligno e l’antisociale.

Le scienze dell’attaccamento e le neuroscienze affettive ci vengono in aiuto per capire la trasmissione traumatica intergenerazionale. Quando nasce un bambino, nella madre si “riattiva il sistema dell’attaccamento”, cioè l’insieme delle caratteristiche psicologiche e affettive, con quei modelli interni che hanno regolato il suo attaccamento ai genitori (sicuro/ insicuro o addirittura disorganizzato, il più disfunzionale, che si crea quando il bambino invece di essere rassicurato dal genitore è spaventato da lui o da lei).

Vuol dire che dentro la madre si riattivano a livello di memoria implicita e relazionale. La base di queste memorie somatiche e sensoriali è nella zona limbica del cervello, in particolare nella amigdala, che è già funzionante dalla nascita, a differenza dell’ippocampo, un’altra area della zona limbica fondamentale per la memoria che matura dopo i due-tre anni di vita e a cui è legata la memoria dichiarativa, episodica legata agli eventi, sia generali che personali.

Oggi le psicopatologie gravi sono notoriamente di tipo borderline, più che di tipo nevrotico.

Cosa vuol dire e come si curano?
Risponderemo a questa domanda con il primo modulo dedicato alla teoria e all’eziopatogenesi del disturbo grave di personalità, borderline e narcisistico, mentre nel secondo si lavorerà su casi clinici presentati dalla docente.

ATTENZIONE: Tutti i webinar sono Videoregistrati per cui li potrai vedere, se non puoi partecipare alle dirette, in differita quando vuoi per 12 mesi.

Metodologia didattica

Webinar

Slide

Casi clinici

Docenti
Clara Mucci
Psicoterapeuta
Clara Mucci è Professore Ordinario di Psicologia Clinica presso l’Università di Chieti dove è stata per anni Professore Ordinario di Letteratura inglese e teatro shakespeariano. Psicoterapeuta a orientamento psicoanalitico e docente presso la SIPP di Milano (Società Italiana Psicoterapia Psicoanalitica), analista didatta e supervisore per la Società Italiana di Psicoanalisi e di Psicoterapia… continua
Programma
1
Modulo
Corpi Borderline | Regolazione affettiva e clinica dei disturbi di personalità - 1

Livelli traumatici e trauma relazionale: infantile, Complex PTDS, trauma sociale massivo.


Caratteristiche neurobiologiche e dinamiche della ripetizione traumatica e della trasmissone intergenerazionale.

Allan Schore e trauma relazionale infantile.

Secondo livello: dissociazione; Liotti e attaccamento disorganizzato.

Ferenczi e identificazione con l’aggressore.

Livelli neurobiologici dell'attaccamento sicuro, insicuro e disorganizzato.

Memoria implicita e inconscio non rimosso.

Necessità della diagnosi del disturbo di personalità.

Il disturbo di personalità dal punto di vista non solo del funzionamento dinamico ma della evoluzione psicobiologica;

Le neuroscienze dell'attaccamento.

La neurobiologia dell stress e della dissociazione.

I vari tipi e come fare diagnosi in un continuum di gravità: isterico-istrionico, borderline di alto e basso funzionamento, narcisismo,
antisocialità. 

Kernberg e il suo concetto di “borderline” che si estende anche ai narcisistti.

Kernberg e il problema dell’aggressività innata.

Epigenetica e attaccamento.

Ven 25 Settembre 2020, 9:00 - 13:00
Relatore
Clara
Mucci
Durata Modulo
4 ore
2
Modulo
Corpi Borderline | Regolazione affettiva e clinica dei disturbi di personalità - 2

Casi clinici e come lavorare con i pazienti borderline e narcisti.

Continuum di gravità.

Caso della isterica-istrionica Ariadna: “Madre Morta” e cattivo mirroring.

Isteria e capacità di sognare. Differenze tra isteria e psicosomatica.

Caso della borderline di basso funzionamento (con Complex PTSD).

Distruttività, dissocazione grave e suicidalità.

Narcisismo, psicosomatica e perversione.

Casi clinici dell’ultima parte dello spettro.

Revisione delle tecniche.

Mirroring, Enacment, emisfero destro, come usare il sistema mente-corpo-cervello in enactment, in disturbo di personalità, embodied witnessing.

Domande e riflessioni su terapia della regolazione affettiva e dell'emisfero destro.

Sab 26 Settembre 2020, 9:00 - 13:00
Relatore
Clara
Mucci
Durata Modulo
4 ore

Registrati al Webinar per 166,00 €

10 crediti ECM per medicieducatoripsicologi
Materiale didattico:
slidesvideo